Post

Visualizzazione dei post da Aprile, 2014

Anche quest'anno Sell in May?.

Immagine
Lo scorso anno, di questi tempi, avevo scritto un post paventando la possibilità di un Maggio 2013 in discreta correzione per i mercati azionari. La ragione era di tipo statistico: in moltissimi anni del passato il mese di Maggio è stato caratterizzato da ripiegamenti più o meno importanti, ma tutti di una certa consistenza. La statistica è talmente impressionante che gli americani hanno coniato, come ho scritto, un proverbio ad hoc: "Sell in May and go away", vale a dire "Vendi in Maggio e vattene via". E di fatto, anche lo scorso anno rispettò il proverbio, seppure con un andamento anomalo: nei primi giorni del mese i mercati continuarono a crescere, mentre sul finale di Maggio ci fu una decisa correzione, che finì per divorarsi i rialzi dei giorni precedenti. Ecco dunque che la domanda si pone anche per questo 2014. La risposta è, naturalmente, molto complicata ma per quanto mi riguarda voglio scommettere un pò e sbilanciarmi. Poi vedremo se ci avrò preso. Dovessi t…

Massa Monetaria e velocità di circolazione della Moneta

Immagine
Da moltissimo tempo non pubblicavo un post nella sezione "educational", un pò perchè il ritmo serrato degli eventi non mi ha permesso di farlo ed un pò perchè la teoria in finanza serve, secondo me, quando è direttamente ed immediatamente applicabile alla realtà.  Il grafico, sconcertante assai, che vi propongo oggi è relativo alla velocità di circolazione della Massa Monetaria negli Stati Uniti negli ultimi 10 anni. Per essere capito è necessaria, per chi non avesse sufficienti competenze tecniche in materia, qualche piccola spiegazione. Con il termine "Massa Monetaria" si indica convenzionalmente la quantità di moneta presente in un determinato sistema economico in un dato momento storico. In altre parole, e purtroppo banalizzando molto, potrei dire che la Massa Monetaria è l'insieme di tutto il denaro presente, più o meno liquido e più o meno immediatamente disponibile. Denaro, comunque, solo denaro. Quindi da questo dato vanno esclusi immobili, oro, etc.... Ne…

2-2 e palla al centro

Immagine
Appena passata la Santa Pasqua è forse il caso di fare un primo bilancio di questa prima parte del 2014. Sul fronte azionario ci sono stati due tentativi di andare oltre i 1.900 punti di S&P 500 (sarebbero stati nuovi massimi) entrambi falliti, seppur di pochissimo. E due correzioni, una più significativa fino a 1.740 (sempre di S&P 500) e la seconda terminata a 1.800. Ora i mercati sono di nuovo risaliti e sostanzialmente il risultato è quello di trovarci quasi esattamente come al primo giorno dell'anno. 2 a 2 e palla al centro, dunque. La lettura di questi movimenti mi rincuora non poco, perchè (modestia a parte) avevo previsto, per i mercati azionari 2014, una situazione del genere, con ampie fasi oscillatorie ed andamenti laterali. Non mi sorprenderebbe vedere un proseguimento di tale scenario fino a tutta l'estate, con invece un bel rally per fine anno. Sui mercati obbligazionari siamo grosso modo a considerazioni simili, tranne per alcuni paesi periferici dell'…

Riscossa Greca

Immagine
Chi non muore si rivede, recita il detto. Ed è proprio il caso di dirlo per la Grecia, tornata dopo ben 4 anni sul mercato internazionale delle emissioni obbligazionarie. Un calvario economico e sociale che ha devastato il paese ellenico, creando ampie e profonde zone di povertà assoluta, assimilabile a quella di molti paesi dell'Africa mediterranea. Nei momenti più drammatici della crisi il rendimento dei titoli greci a 10 anni è arrivato a quasi il 30% annuo(!!): un livello di ampio default. Oggi, dopo infiniti piani di austerità, tassazione selvaggia, lotta all'evasione, tagli feroci alla spesa pubblica e qualche azione di rilancio economico intelligente, come la riduzione al 10% dell'iva per moltissimi servizi legati al turismo, il paese torna sul mercato dei bonds, e lo fa collocando 3 miliardi di euro di titoli a 5 anni allo strabiliante (al ribasso, ovviamente) tasso del 4,95%, con ordini superiori ai 20 miliardi euro, provenienti da oltre 550 soggetti. Non tanto lon…

Ci sono, ci sono...

Immagine
Scusate il ritardo, mi verrebbe da dire. E' circa un mese che non aggiorno il Blog, e me ne scuso. Purtroppo impegni lavorativi di non poco conto mi hanno impegnato molto in questi giorni. Prestissimo tornerò ad annoiarvi con improbabili commenti sul mondo della finanza. Dite la verità: non ne sentivate il bisogno eh??. :-)